mercoledì 30 dicembre 2015

2015 - Top 5

Salve a tutti, cari lettori, sono la vostra Effi!

Con questo primo e ultimo post del 2015 mi presento ufficialmente a voi. Mi scuso per la scarsa presenza, ma tra lavoro e blocco del lettore ho avuto poco tempo e poco materiale su cui lavorare.

Vi presento la mia personalissima classifica dei 5 libri che mi sono piaciuti di più quest'anno. (Attenzione, non libri pubblicati nel 2015, anche perché penso di averne letto solo uno!)




Facciamo un bel conto alla rovescia, stile Capodanno.

5) "Esploriamo il diabete con i gufi" di David Sedaris 




Un bel giorno sono entrata in libreria e... eccolo! È stato amore a prima vista: questa copertina insolita, colorata e che ha attirato immediatamente il mio sguardo. Fatto sta che è venuto a casa con me e in tre giorni mi sono divorata questa bella raccolta di aneddoti divertenti, e anche un po' malinconici, senza nemmeno accorgermene



4) "Finding Violet Park" di Jenny Valentine


Ho messo il titolo in inglese perché lo preferisco, ma la copertina italiana è decisamente più bella di quella originale. È un libro per ragazzi in cui il protagonista trova, in una stazione dei taxi, una scatola contenente le ceneri della signora Violet Park. Da qui nasce l' avventura tra le strade della sua città per scoprire la storia di questa simpatica vecchietta, col risultato di scoprire anche molte cose su se stesso. Non l'ho trovato il solito romanzetto per ragazzi, anzi tutt'altro! Per questo merita un posto in classifica, come nel mio cuoricino.



3) "Aspettando Godot" di Samuel Beckett


Non conosco le parole giuste per descrivere quest'opera teatrale. Semplicemente: mi è piaciuta da matti! Il primo pensiero che mi ha suscitato è stato un grande e grosso "WTF?", ma poi mi sono abituata allo stile di Beckett. I protagonisti Vladimir (Didi) ed Estragon (Gogo) mi hanno suscitato molto interesse dal punto di vista relazionale. Tra loro c'è questo forte sentimento che non viene mai mostrato esplicitamente, ma che non si può fare a meno di sentire. Insomma, la lettura di quest'opera mi ha lasciata galvanizzata e piena di voglia di fare l'attrice teatrale. Lo consiglio vivamente a tutti!



2) "The Tenant of Wildfell Hall" di Anne Brontë


Questo libro mi ha regalato emozioni. Belle e brutte. Sono passata da momenti di passionale esaltazione a momenti di profondo sconforto e bisogno di uccidere qualche personaggio. Dalle mie stanze si sono levate grida di giubilo e valanghe di improperi e imprecazioni che la protagonista, Helen, avrebbe disapprovato, da quale pia donna che è. I libri romantici non sono il mio genere, ma Anne Brontë alla fine mi ha stupito, ogni idea che mi ero fatta riguardo la trama è stata completamente stravolta. Ah... le belle letture, che soddisfazione!



1) "Il Sangue dell'Olimpo" (ciclo "Gli Eroi dell'Olimpo) di Rick Riordan


Ed ecco che al primo posto metto l'ultimo libro di una saga che ho trovato bellissima e che è molto conosciuta, soprattutto tra i giovani. Personalmente la reputo al pari di Harry Potter, sia per il target a cui è rivolta, sia per le emozioni che provoca e l'attaccamento che inevitabilmente si ha nei confronti dei personaggi. Il Sangue dell'Olimpo mi ha riempito il cuore di gioia e mi ha commosso: ho visto i miei eroi preferiti, maturare e soffrire, ma il grande Zio Riordan ha fatto tutto questo con uno stile molto ironico e lo ringrazio di cuore per questo. Durante la lettura ridevo tra le lacrime. Inutile dire che ha un posto ultra-speciale nel mio cuore e che consiglio questa saga all'umanità intera.







Con questa Top 5 dell'anno passato, vi auguro un 2016 pieno di libri belli!

Se volete, fatemi sapere che ne pensate delle mie letture, oppure commentate con i libri che hanno fatto innamorare voi quest'anno!

Tanti, tanti saluti e coniglietti







Nessun commento:

Posta un commento